Top

Islanda

Islanda – la terra del fuoco e del ghiaccio

La parola “Islanda” deriva dall’islandese “Ísland” che vuol dire letteralmente “terra dei ghiacci” e come dargli torto. L’Islanda è senza dubbio uno dei posti più estremi, affascinanti, belli, isolati, accoglienti in cui siamo mai stati. Quando parliamo di questo Paese lo facciamo sempre con particolare trasporto, personalmente è riuscita a darci aria in un periodo complicato della nostra vita e gliene saremo sempre grati. L’Islanda e i suoi abitanti ti entrano dentro, si prendono un pezzo del tuo cuore che rimarrà lì per sempre.

 

 

Cosa vedere in Islanda

Blue Lagoon
Reykjavìk
Circolo d'oro - Pingvellir, Gulfoss e Geysir
Skogafoss
Dettifoss
Jökulsárlón Glacier - Ice Lagoon
Vík
Mývatn

 

 

Quanto costa?

Quanto costa un viaggio in Islanda? Dipende. Questa è la prima cosa che bisogna mettere in chiaro. Il cambio con la corona islandese non è di certo favorevole e tutto ciò che avete sentito su quanto l’Islanda sia costosa è vero, inutile mentire. Anche qui però c’è un “ma” e questo “ma” dipende da quanto siete in grado di adattarvi, come siete abituati a viaggiare e quali sono le vostre esigenze: vediamolo insieme nel dettaglio.

VOLI – Questo è il primo tasto dolente. Purtroppo non ci sono molti voli, soprattutto diretti, per poter raggiungere l’Islanda. Noi come sapete siamo di Roma e da qui fino a pochi mesi fa l’unica compagnia accessibile e che offriva un volo diretto era la Vueling, perciò abbiamo prenotato due biglietti aerei FCO – KEF (Keflavik) ovvero l’aeroporto di Reykjavik che dista all’incirca 50 km dalla città (e no, se ve lo state chiedendo, non esiste un aeroporto più vicino). Il biglietto è costato intorno ai 450€ ciascuno nel periodo di fine luglio/inizio agosto, è stato prenotato con largo anticipo e purtroppo non siamo stati in grado di trovare di meglio. Da pochi mesi però è arrivata una buona notizia: la Norwegian ha capito quanto questa meta fosse bella e stesse letteralmente esplodendo di richiesta negli ultimi hanno ed ha deciso di inserire dei voli diretti per Keflavik sia Roma che da Milano a prezzi non sempre bassissimi, ma sicuramente abbordabili.

SISTEMAZIONE – Altro tasto dolente, forse più del primo. è proprio arrivati a questo punto che molte persone lasciano stare: gli hotel lungo il percorso, a parte Reykjavik, sono pochi e veramente tanto costosi. A volte si arriva in un posto e l’hotel è uno solo, non si hanno altre opzione che soggiornare lì e lasciargli direttamente tutta la carta di credito. Noi volevamo andare in Islanda e immergerci completamente nella sua natura, nei suoi profumi e nei suoi paesaggi senza doverci impoverire, perciò abbiamo preso due piccioni con una fava: campeggio. Lo so, lo so, il campeggio non è per tutti avete ragione, ma in Islanda è tutta un’altra cosa. I campeggi c’è da ammettere che non sono molti, bisogna segnarseli prima di partire in macchina/camper e tenerli bene in vista sulla cartina, ma una volta raggiunti sono attrezzatissimi, comodi, costano intorno ai 10€ a notte a tenda e in posti da mozzare il fiato. Con questo prezzo avrete accesso all’area tende, l’utilizzo della cucina comune, elettricità e dei servizi igienici. Alternativa inaspettatamente molto di moda in Islanda sono invece i VAN, si avete capito bene, quelli piccoli che abbiamo anche qui in Italia. Oltre al posto del guidatore e del passeggero non hanno lasciato niente, tutta la parte dietro è occupata da un letto matrimoniale. I prezzi sono accessibili a tutti e li trovate in qualsiasi sito di autonoleggio.

CIBO – Con il cibo c’è da differenziare un po’ in base a cosa si intenda. L’Islanda è un’isola, su questo non ci piove, ma oltre ad essere un’isola è anche un po’ isolata. Questo non vuol dire che non arrivino le cose, perché in realtà arriva tutto, solo che i prezzi sono un po’ più alti di quello che siamo abituati a vedere noi normalmente anche se comunque fattibili. A Reykjavik si trova di tutto e si può mangiare al ristorante con pochi soldi oppure spendere un capitale, come in tutte le “grandi” città. Quando sarete in giro per questa splendida isola invece le cose vanno un po’ diversamente: dipende ovviamente da dove ci trovate ma i ristoranti in linea di massima non sono tantissimi e i prezzi sono abbastanza elevati, tenetelo bene a mente. I supermercati invece sono un’altra cosa, attenti ad addentrarvi troppo con la macchina, quando ne vedete uno e dovete fare la spesa fermatevi (piccola postilla, questo discorso vale anche per le stazioni di rifornimento) perché comunque non è pieno e magari non ne incontrate un altro per molti molti chilometri. I prezzi delle cose, dipende cosa volete mangiare ovviamente, sono come dicevamo prima fattibili per tutti anche se leggermente cari.

TRASPORTI – Qui c’è da aprire una grande parentesi, lo faremo sicuramente, ma in un articolo tutto suo in modo da potervi aiutare in questa scelta nel modo migliore e potervi spiegare in maniera consona cosa realmente serve e cosa no. Noi abbiamo prenotato e pagato già da casa un’auto con la compagnia di noleggio GO Iceland e ci siamo trovati veramente bene. I loro concessionari nell’aerea aeroportuale sono aperti H24 7/7 e questo vi consente di arrivare anche in orari improbabili e trovare sempre chi vi consegnerà la macchina e vi spiegherà e metterà in guardia sulle piccole accortezze necessarie per restituire la macchina intera. La macchina che abbiamo deciso di affittare, e che ci potevamo permettere, era una Hyundai i20, grandezza giustissima per 2 persone con un po’ di bagagli con se e ci siamo sempre trovati molto bene nel guidarla entrambi. Il tasto dolente dei noleggi auto in Islanda sono sicuramente i prezzi, infatti questa macchina per 10 giorni è costata quasi 400€ a testa… è costata cara, lo sappiamo! Per leggere il nostro articolo “Guidare in Islanda” cliccate qui.

 

Rena Ortega, @renaortega, www.renaortega.com

 

Suggerimenti per risparmiare

1
Noleggiate un auto da compagnie locali Non noleggiate la vostra auto con le grandi compagnie di autonoleggio che conosciamo tutti, sicuramente risparmierete più di qualche centinaio di euro!
2
Attenti al pesce si lo so, come si fa ad andare in Islanda e non mangiare sempre pesce? Dovrete riuscirci se non volete spendere un capitale! Come in quasi tutti i Paesi nordici hanno un pesce pescato fresco meraviglioso, ma non si sa come è anche la cosa più costosa che potete mangiare.
3
Pranzo al sacco di cibo ne abbiamo già parlato perciò non vi stupirete se uno dei consigli che possiamo darvi è proprio quello di fare la spesa. Quando si viaggia in posti simili difficilmente a pranzo ci si mette con due gambe sotto a un tavolo in un ristorante, perciò entrate dentro i supermercati e fate scorta per il pranzo, ancora meglio se riuscite a prendere degli hotel con cucina in stanza, in questo modo eviterete spese inutili.
4
Partite con il giusto abbigliamento l'Islanda non è un posto economico dove fare shopping. In estate non fa freddo durante le giornate che a volte possono essere un pochino uggiose. Vestitevi, come si dice qui da noi, a cipolla! Portate qualcosa di impermeabile, anche per quando andrete a visitare le mille cascate meravigliose che questa terra ha da offrire.

 

 

Che cosa posso aspettarmi dall’Islanda?

Dall’Islanda ci si deve aspettare tanto, è uno Paese che difficilmente deluderà le vostre aspettative. Ciò che però ci preme dire è che bisogna andarci con una grande motivazione, non si può pretendere di visitarla senza amare la natura. In questa stupenda terra troverete delle cittadine, dei piccoli paesi e degli ancora più piccoli villaggi, ma soprattutto troverete desolazione per molti chilometri al giorno, deserti di lava, cavalli, pecore, cascate, spiagge nere, ghiacciai, vulcani, pozze di fango e fumarole bollenti.

Oltre a tutto questo troverete voi stessi e la persona che vi sta accompagnando in questo viaggio (qualora non siate soli) e nessun altro.

0

Rispondi