Top
Image Alt
  >  Destination   >  Svizzera   >  Interlaken

 

 

Interlaken, letteralmente “tra i due laghi” di Thun e Brienz è una piccola cittadina della Svizzera con poco meno di 6.000 abitanti nel Canton di Berna, si trova a 56 km da Berna sorge in una valle a dir poco meravigliosa dove le maestose vette dell’Eiger, Monch e Jungfrau ti fanno stare con il naso all’insù.

Cosa fare ad Interlaken?

Sempre ammesso che vogliate passare dei giorni di completo relax, annoiarsi qui è molto difficile se non impossibile.

– L’inverno manco a parlarne come quasi ogni altra località svizzera ci si può divertire un mondo vivendo la montagna. Un vero paradiso per gli amanti dello sci, slittino e dello snowboard potranno godersi e le bellissime piste (Grindelwald, Jungfrau, Beatenberg-NiederhornSchilthorn) non molto distanti. Chi ama il brivido può cimentarsi in arrampicate e trekking sui ghiacciai affidandosi ai moltissimi tour-operator presenti in città. Il collegamento ferroviario permette di raggiungere le località sciistiche senza troppi problemi e in modo piuttosto veloce.
– L’estate le attività che si possono fare sono molte: si può partire dai brividi del rafting, del parapendio, del bungee jumping per arrivare alle rilassanti passeggiate in bicicletta lungo la sponda dei due laghi o ai trekking nei suoi verdi boschi. Purtroppo il costo delle singole attività è piuttosto alto, per risparmiare un po di soldi valutate l’idea di prenotare in anticipo o di creare un gruppo per dividere il costo.

a A prescindere dalla stagione ad Interlaken si può sempre contare sullo shopping, il personale delle numerose boutiques di lusso sarà a vostra completa disposizione e più che felice di accettare i vostri soldi dopo averi consigliato per il meglio.

o La vita notturna non è così movimentata ma i locali sono sempre molto affollati e non sarà difficile trovare un posto dove fare baldoria, in alternativa c’è anche un casinò (durante il weekend chiude alle 03:00) dove poter tentare la sorte ai tavoli.

Il nostro consiglio: La vista dall'Harder Kulm

Noi consigliamo di non perdersi per nessuna ragione una delle viste più belle che abbiamo mai avuto la fortuna di osservare: il punto panoramico dell’ Harder Kulm.
Per salire in cima e godere della meravigliosa vista le possibilità sono due:

a Cimentarsi in un gratuito trekking oggettivamente molto bello, ma lungo e faticoso;
a Avvalersi della tecnologia dietro pagamento di un biglietto per trovarsi in pochi minuti a 1.322 metri. (A/R CHF 30 -> 26€)

Noi abbiamo optato per la seconda possibilità (almeno per l’andata) rappresentata da una ripidissima e suggestiva funicolare su rotaia che si arrampica sulla parete della montagna in modo quasi verticale per 730 metri di bosco.
Per poterla prendere e salire finalmente in cima abbiamo dovuto fare un po’ di fila in quanto i posti all’interno della cabina non sono moltissimi, l’attesa però è stata ripagata dall’esperienza vissuta e dalle forze risparmiate.
Una volta raggiunta la vetta in circa 10 minuti di funicolare si partecipa ad una piccola maratona a chi raggiunge prima la passerella panoramica a strapiombo sulla pianura sottostante.
Che voi vogliate rilassarvi godendovi la pace e tranquillità del luogo o semplicemente trovare refrigerio dopo la bella scarpinata, il ristorante che con i suoi grandi ombrelloni vi aspetta.

a La vista che si può apprezzare dalla pedana in legno lascia letteralmente senza parole, la vastità della valle e l’altezza rendono Interlaken come una macchia su una tela dipinta e sullo sfondo davanti a voi ammirando alcune tra le più maestose vette d’europa il contrasto è ancora più forte. Se volete farvi un idea di ciò che vi aspetta osservate la panoramica all’inizio di questa pagina.

Noi essendo notoriamente fortunati, proprio dopo aver conquistato il punto migliore per scattare delle fotografie, le nuvole che da poco prima avevano cominciato a farsi troppo scure per i nostri gusti, hanno deciso di liberarsi di tutta la pioggia che avevano accumulato.
Così sotto goccioloni grandi quanto monete da 50 cent ci siamo guadagnati un posticino al riparo insieme a tutti gli altri sotto gli ombrelloni del ristorante.
Fortunatamente il temporale estivo come è arrivato se ne è andato, è durato giusto una manciata di minuti permettendoci di continuare ad ammirare ancora per un po di tanta bellezza.

Dopo aver goduto della vista l’unica cosa da fare, a meno che non vogliate mangiare presso il costoso ristorante, è quella di tornare giù.
Noi abbiamo così percorso il sentiero per scendere con tutta calma, ogni tanto incoraggiavamo gli sventurati eroi che si apprestavano a salire. Il sentiero è pulito e messo piuttosto bene, le scarpe da trekking le consigliamo, ma non sono indispensabili.

Related posts:

Rispondi